Beyond Keyword Research: Heuristic Evaluations

So far in our trip Beyond Keyword Research, we have looked at all of the data available to us on the web, both competitive and from our site.

We have utilized on-site analytics, Google Trends, Seodigger.com, and hitwise tools to collect a wealth of data about terms on our market and traffic approximations related to those keywords.

The next step is to look at heuristic evaluations of the site. This step will allow us to get a look at which of the 25% of daily search terms that are completely original queries we can capture to our competitive advantage.

The adjective heuristic is defined by Merriam-Webster dictionary as:

involving or serving as an aid to learning, discovery, or problem-solving by experimental and especially trial-and-error methods <heuristic techniques> <a heuristic assumption>; also : of or relating to exploratory problem-solving techniques that utilize self-educating techniques (as the evaluation of feedback) to improve performance

Heuristic Evaluations are basically any non-data driven experimentation done to learn, discover, or solve problems. These types of experimentations are a key component of Avinash Kaushik’s “Trinity” concept, a web analytics approach that goes beyond basic clickstream data. This type of learning and problem solving allows you to enter the mind of the user, the reason behind your website, and can unlock terms that simple data based research my have left hidden.

Talk to the Experts

Your group of experts are going to vary dependent on your websites concept. The one thing that is likely to be true across markets is that these individuals often rest in the trenches.

They are the group of people that have the best understanding of your end user, and thus will allow you to get inside the head of that group and better your websites user experience.

If you are an e-commerce site your experts will be your sales people. If you are a service related website your experts will be your customer service professionals. Whomever you pay to interact with your customer will have the best knowledge of that person.

The question arises, what if you are a small outfit does not have these resources? Well you should then use the contacts you have within the market, i.e. bloggers and market thought leaders as your expert gorup.

Once you have decided who your experts are going to be you should call a meeting with that group of individuals. Prior to this meeting choose several different search actions that you would like to see your end user make. This number will change depending on your site. For an e-commerce site, you may prepare twenty different product searches you would like your team to assist you with. If you are a lead generation site, you may only ask that they role play situations that would lead them to utilize your lead service. Whatever your end user would be doing on a search engine to find you, is what you should prepare to ask your experts.

Have chart paper or some type of idea sharing medium available, along with a computer and projector.

Begin to work through each of your search actions with your team. Present each as if they were the customer, and chart what they would do to complete each task. Allow the group to make as many searches as they need to complete the action. The primary information from a keyword standpoint is going to be the queries they use to find the information they want. Allow the group to navigate to solve the search action, even if it is away from your site. Find out what your competitors are doing right, and utilize that information to better your websites’ experience.

What you should be able to do is walk away from this meeting with a view of how the end user searches for what your site offers. We often lose site of what we are actually trying to accomplish online, and these types of activities can refocus our efforts. This is especially true when it comes to keywords. We become so consumed with ranking for our industries perceived top keywords, that we lose site that the keyword is not as important as the user that comes via that term.

You should also be able to walk away from your team of experts with a chart of commonly used terms people use to find your site. Often times this list will contain vernacular and colloquialisms that you did not think of, or that may have just arisen in terms of your industry. This is why your sales team or other individuals in the trenches are preferable to your marketing team. You need to see the site through the eyes of your user.

Charting semantic groups

While you have your group of experts together it would be a smart idea to build a semantic web for the keywords for your site.

I would prepare for this by taking the twenty terms you perceive to be the best from your competitive and on-site analysis, and putting each one in the center of a sheet of chart paper.

With your experts, begin to brainstorm keywords that closely relate to the main keyword on the sheet.

For any of you who do not know the definition of the adjective semantic, according to Merriam-Webster it is:

of or relating to meaning in language

The semantic web, and how words interact with each other, has become a hot topic for search engines and search marketers in the last two years. Basically, there is a ton of “tagging”, or labeling, done by social media users on a daily basis on the Internet, and understanding and putting this data to use could create better search results. If I search for “pants” shouldn’t my top ten results have a great resource on “jeans?” Understanding how your keywords relate may not only give you better insight into terms that you had yet to consider optimizing for, but it may also allow you to understand how to approach the social media optimization of your site.

Jordan Kasteler, aka Utah SEO Pro, SEO and Social Media Specialist

A lot of SEOs stop after conducting keyword research and analyzing the keyword effectiveness index (KEI). What most don’t realize is that they can enhance the weight of their optimized keyphrases by using semantically related language in conjunction with them. There have been many search engine patents regarding information retrieval that determine relevancy of content not by repetitiveness of a keyphrase but by co-occurence of other related phrasing in the content. While it’s unknown how much search engines rely on phrase based indexing and latent semantic indexing one thing is for sure that there is a dependency upon it for relevancy. There are several useful tools to give you a good idea of some of the synonymous semantic language you can be using:

1) Quintura.com

2) Google.com – query: “~keyword – keyword”

3) Nichebot

Chart Possible Misspellings and UGC Solutions

One of the biggest difficulties in creating a professional, and yet well optimized web site, is creating content around the misspellings that happen due to the casual nature of search. Some times your group of experts will also lead you to legitimate spelling alternatives to terms that have search value.

Chart spelling variations.

Once you have a pretty sound group of spelling issues that might arise, utilize your group to find ways to combat these content issues. User reviews, forums, and blog comments are great strategies for creating UGC (user generated content) that can capture the spelling errors of end users.

Heuristic Evaluation will likely not only give you a wealth of quality keywords, but will also give you some great insight into the usability of your site. Make sure to take notes on every useful comment or idea that your experts have, not just keyword focused concepts. In the end of the performance of the website in conversion is the single most important factor in the success of your online marketing plan, so don’t lose site of this fact as you move through evaluating your key terms.

Now that we have collected information from a group that interacts and understands our end user, it is time to take our research to the source. The next step in our quest Beyond Keyword Research will be into the realm of lab testing, and observing how the end user searches for our website, and how to utilize the information gained in that testing.

869 thoughts on “Beyond Keyword Research: Heuristic Evaluations

  1. Basta infine considerare gli investimenti pubblici in sanit?dei paesi in questione ?il cerchio si chiude. Dati OMS alla mano, nel 2011 la Guinea ha speso poco pi?di 18 dollari pro capite per la salute dei propri cittadini, la Liberia 92, la Sierra Leone quasi 30. (L

  2. Arrestato il pirata della strada che ha travolto in via Tripoli uno scooterista diciassettenne. L’uomo, evaso dai domiciliari, senza patente e ubriaco, si è barricato in casa e ci sono voluti i vigili del fuoco per aprire la serratura

  3. Il duetto con Bennato. In serata poi, sul palco, Grillo ha duettato con Edoardo Bennato, attaccando il Pd (“abbiamo più iscritti di loro”, ) e concludendo con una colorita immagine: “Noi abbiamo già vinto, lo sanno anche loro. Sono scimmie dal culo pelato. Loro sono sempre più su, noi siamo sempre più giù e gli vediamo il culo”, intendendo con questo il controllo operato sui partiti politici classici. E conclude: “Siamo uno scudo contro i parassiti al governo. Sbagliamo? Sì, capita. E ben vengano i dissidenti”.

  4. Tornado a dettaglio dei numeri, l’Istat spiega che il tasso di occupazione maschile, pari al 65,1%, sale di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 0,7 punti su base annua. Quello femminile, pari al 46,7%, sale di 0,2 punti percentuali in termini congiunturali e di 0,3 punti in termini tendenziali. Rispetto al mese precedente la disoccupazione aumenta sia per la componente maschile (+1,2%) sia per quella femminile (+1,9%). In termini tendenziali il numero di disoccupati cala per gli uomini (-1,0%) mentre cresce per le donne (+5,3%).

  5. È probabile che almeno le novità normative più pesanti saranno modificate durante l’iter legislativo. Ma le trappole contenute in questi emendanti sono così grandi e numerose che le modifiche potrebbero non essere sufficienti a parare la minaccia per la libertà di stampa.

  6. In quel filmato un’agenda rossa si vede nitidamente a fianco del corpo carbonizzato del magistrato. È quella di Paolo Borsellino? Certo, difficile pensare a una singolare coincidenza e che sia l’agenda di qualcun altro. A stabilirlo con certezza saranno i magistrati della Direzione Distrettuale di Caltanissetta che proprio nei giorni scorsi avevano acquisito numerosi filmati girati da tv nazionali e private e da videoamatori, nei minuti e nelle ore successive alla strage. Il tentativo era quello di trovare tracce di quell’agenda dove si presume che il magistrato avesse annotato appunti di lavoro e riflessioni. Proprio queste avrebbero potuto far luce sul reale movente della strage e sulle possibili responsabilità istituzionali a fianco di Cosa nostra. Perché il sospetto dei Pm di Caltanissetta è che Paolo Borsellino nelle ultime settimane della sua vita avesse scoperto la trattativa tra Stato e Mafia.

  7. Il presidente di Libera, don Luigi Ciotti ha poi sottolineato che “in questi anni è cresciuta la cultura del contrasto alle mafie nella società civile, nella scuola, nelle associazioni, sono cresciute le confische dei beni, l’azione della magistratura e le operazioni delle forze dell’ordine, ma è cresciuta anche la mafia”. E poi ai trecento giovani presenti nel “Campo dei miracoli” di Corviale ha spiegato: “in Italia la mafia e la corruzione sono due facce della stessa medaglia. Bisogna tracciare un solco una volta per sempre, perchè non dobbiamo permettere che si vada avanti così: serve uno scatto in più da parte di tutti, per trasformare la nostra indignazione in responsabilità”.

  8. ?Diciamo cos?: non mi aspetto nei prossimi anni che le stampanti 3 D entreranno nelle case, nella vita familiare, come il rooter o la stampantina del computer. Copriranno per? una parte hobbistica, da garage, da atelier, diciamo. Soprattutto entreranno in massa nei siti produttivi. In una misura che oggi si fatica a immaginare?.

  9. di di ANTONIO GNOLI di di ANTONIO MONDA di ALESSANDRA RONCATO di di MICHELE SMARGIASSI di di FABIO GAMBAROProvincia*: Scegli AGRIGENTO ALESSANDRIA ANCONA AOSTA AREZZO ASCOLI PICENO ASTI AVELLINO BARI BARLETTA-ANDRIA-TRANI BELLUNO BENEVENTO BERGAMO BIELLA BOLOGNA BOLZANO BRESCIA BRINDISI CAGLIARI CALTANISSETTA CAMPOBASSO CARBONIA-IGLESIAS CASERTA CATANIA CATANZARO CHIETI COMO COSENZA CREMONA CROTONE CUNEO ENNA FERMO FERRARA FIRENZE FOGGIA FORLI’-CESENA FROSINONE GENOVA GORIZIA GROSSETO IMPERIA ISERNIA L’AQUILA LA SPEZIA LATINA LECCE LECCO LIVORNO LODI LUCCA MACERATA MANTOVA MASSA-CARRARA MATERA MEDIO CAMPIDANO MESSINA MILANO MODENA MONZA E DELLA BRIANZA NAPOLI NOVARA NUORO OGLIASTRA OLBIA-TEMPIO ORISTANO PADOVA PALERMO PARMA PAVIA PERUGIA PESARO E URBINO PESCARA PIACENZA PISA PISTOIA PORDENONE POTENZA PRATO RAGUSA RAVENNA REGGIO CALABRIA REGGIO EMILIA RIETI RIMINI ROMA ROVIGO SALERNO SASSARI SAVONA SIENA SIRACUSA SONDRIO TARANTO TERAMO TERNI TORINO TRAPANI TRENTO TREVISO TRIESTE UDINE VARESE VENEZIA VERBANO-CUSIO-OSSOLA VERCELLI VERONA VIBO VALENTIA VICENZA VITERBO Città*: Indirizzo: Tipo di abitazione: scegli condominio villa bi-quadrifamiliare villa monofamiliare Altro… Oradio del disservizio*: scegli 00.00-02.00 02.00-07.00 07.00-09.00 09.00-12.00 12.00-15.00 15.00-18.00 18.00-20.30 20.30-22.30 22.30-00.00 tutto il giorno Altro… Specificare il problema*: Se sei un appassionato di tecnologia e conosci anche le informazioni che seguono, compilandole ci aiuterai a identificare con maggiore precisione il problema, così potremo fornirti la soluzione più adatta alle tue esigenze Antenna centralizzata: Si No Orientamento antenna: Tipo di centralina TV: scegli banda larga filtri canalizzata Altro… Tutela della privacy: La informiamo, ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (recante il “Codice in materia di protezione dei dati personali” nel prosieguo, per brevità, il “Codice”), che i dati personali forniti in sede di segnalazione problemi saranno raccolti e registrati da Rete A S.p.A. – quale Titolare del trattamento – su supporti cartacei, elettronici e/o informatici e/o telematici protetti e trattati con modalità idonee a garantire la sicurezza e la riservatezza nel rispetto delle disposizioni del Codice. La informiamo che i dati fornitici verranno utilizzati per finalità strettamente connesse e strumentali all’analisi e soluzione dei problemi segnalati. A tal fine i suoi dati potranno essere comunicati a dipendenti e collaboratori di ReteA S.p.A. e/o collegate e/o alla controllante (di seguito, le “Società del Gruppo Espresso”). Il conferimento dei dati personali è indispensabile per la corretta individuazione della natura del problema esposto e per l’eventuale trasmissione delle informazioni richieste. La informiamo che potrà esercitare i diritti previsti dall’art. 7 e seg. del d.lgs. n. 196/2003 (tra cui, a mero titolo esemplificativo, i diritti di ottenere la conferma dell’esistenza di dati che la riguardano e la loro comunicazione in forma intelligibile, la indicazione dell’origine dei dati, delle finalità e modalità di trattamento, l’aggiornamento, la rettifica o l’integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati personali trattati in violazione di legge, e il diritto di opporsi, in tutto o in parte, al relativo utilizzo) mediante richiesta rivolta senza formalità al Titolare del trattamento dei dati. Titolare del trattamento dei dati è Rete A S.p.A. con sede legale in Milano Via Massena n.2. L’elenco aggiornato recante i nominativi dei Responsabili del trattamento dei dati, delle Società del Gruppo Espresso e delle altre società terze a cui potranno essere comunicati i suoi dati è conservato presso gli uffici della predetta sede legale. ****** Ai sensi degli articoli 13 e 23 del d.lgs.196/2003, dichiaro di aver preso atto dell’informativa relativa al trattamento dei miei dati e liberamente acconsento al trattamento dei miei dati personali da parte del Titolare per le finalità specificate nell’informativa. Accetto il trattamento dei dati personali secondo il D.Lgs n. 196/2003 per le finalità del presente strumentoamericana causate dalla sospensione di alcuni account di drag queen, registrati sul social network con il nome darte invece che con quello depositato allanagrafe, hanno fatto fare dietrofront al social network. Porte aperte per chi vuole registrarsi con un nome “non ufficiale”: “Lo spirito della nostra policy è di consentire agli utenti di utilizzare il nome che usano nella vita reale, non quello legale”, ha detto il chief product officer Chris Cox. Anche perché la “Legal name policy” adottata dal social network aveva dato impulso e soprattutto nuovi iscritti a una .

  10. I responsabili dell’intelligence Usa continuano a sostenere che l’incarico di Edward Snowden in seno alla Nsa era quello di “amministratore di sistemi”. Vale a dire, il tecnico incaricato di mantenere in attività i computer. In realtà, come ha rivelato lo stesso Snowden al Guardian, il suo ultimo incarico è stato quello di “analista delle infrastrutture”, un dettaglio che le autorità Usa hanno evitato di citare. E’ quanto fa notare il New York Times, spiegando che un analista di infrastrutture della Nsa è incaricato di individuare nuovi metodi di intercettazione delle comunicazioni telefoniche e via Internet. Le sue mansioni, inoltre, rileva il quotidiano, spiegano come sia potuto entrare in possesso dei documenti top secret che hanno svelato le attività della Nsa e innescato una grave crisi politica e diplomatica per l’amministrazione Obama.

  11. Ma la giornata più difficile sarà giovedì. A partire dalle 9 del mattino fino a sera, il corteo presidenziale si sposterà tra il Vaticano, il Quirinale, Monte Mario, il Colosseo e i Parioli, con relativo blocco del traffico a “soffietto”, ovvero al passaggio degli oltre 30 veicoli che scorteranno Obama. Prevedibili ingorghi e lunghe attese. A ogni modo, già nella notte tra domani e dopodomani scatterà il divieto di parcheggio in tutte le zone interessate. Ed entro le 13 la fermata Colosseo della metro B sarà chiusa fino a nuovo ordine.

  12. Proprio allesplorazione di questo sottofondo di umanità è dedicata la celebrazione napoletana, che conclude il progetto “I giorni e le notti”, a cura di Roberto De Gaetano e Bruno Roberti, nato dalla collaborazione tra le università della Calabria, Suor Orsola Benincasa, La Sapienza di Roma, Messina, Salerno e il Centro Sperimentale di Cinematografia e Cineteca di Stato, con il Centro Teatro Ateneo di Roma e la Fondazione Eduardo De Filippo. Che per loccasione presenterà un annullo filatelico in ricordo del grande uomo di teatro che avrà il suo sportello proprio al Suor Orsola.

  13. Da mercoledì 24 a domenica 28 aprile in Umbria la grande kermesse di giornalismo. Ospiti stranieri di rilievo, decine di workshop specializzati, panel, mostre, rassegne stampa-live, spettacoli e la tweet-intervista al direttore di Repubblica Ezio Mauro

  14. Senza parole, il sindaco di Roma, Ignazio Marino: “Il mio rispetto per i giudici è massimo, ma questa sentenza è dissonante rispetto alle conclusioni formulate dalla Commissione d’inchiesta sul Servizio sanitario nazionale del Senato che ho presieduto prima di diventare sindaco e che ha svolto una indagine sulle cause della morte di Stefano. La Commissione d’inchiesta – ricorda Marino – si è trovata di fronte alla drammatica vicenda di un ragazzo che ha perso dieci chili in sei giorni: i consulenti della Commissione hanno documentato che, oltre alla disidratazione, il corpo di Stefano riportava alcune lesioni anche vertebrali. Nell’analizzare quanto accaduto, la sensazione forte della Commissione è che nei confronti di Stefano Cucchi abbiano prevalso le esigenze legate agli aspetti cautelativi rispetto a quelli sanitari. Stefano, come detenuto, non si è visto riconoscere lo stesso diritto alla salute di chi non si trova in carcere: la sua famiglia infatti non ha potuto parlare subito con i medici delle sue condizioni di salute, perché serviva l’autorizzazione di un magistrato di sorveglianza. Esprimo quindi la mia sincera vicinanza a Ilaria Cucchi e alla sua famiglia”, ha concluso Marino.

  15. Gli operai in corteo sono stati bloccati da un cordone di agenti in tenuta antisommossa all’altezza di piazza Indipendenza. “Ci hanno manganellato perchè non volevano farci arrivare al ministero dell’Economia”, raccontano alcuni operai dell’Ast di Terni. Dopo gli scontri, i manifestanti sono stati scortati dalla polizia verso il ministero, dove la tensione è salita di nuovo. Gli operai hanno infatti iniziato a lanciare palline di gomma contro poliziotti.

  16. Molto duro il commento dell’ex segretario Pd Pier Luigi Bersani che, parlando a Otto e mezzo su La7, ha detto: “Chi fa gli applausi a Renzi non può accendere una miccia al giorno”. E ha aggiunto: “Ci sono stati degli errori piuttosto seri. Ad esempio considerare un ferro vecchio il sindacato. Raffreddiamoci la testa, perchè la situazione è piuttosto problematica. Sono piuttosto preoccupato per l’aria che tira – ha concluso – ci si dia tutti una calmata”. E ha fatto un appello ad Alfano: “Deve venire in Parlamento per spiegare come sono andate le cose”.

  17. Per questa stagione mettiamo da parte gli smalti rossi e rosa shocking, insieme a quelli fluo che francamente ci sono un po’ venuti a noia. Meglio ispirarsi ai colori dell’autunno

  18. Una crescita mal distribuita. Il rapporto di Partire a pari merito: eliminare la disuguaglianza estrema per eliminare la povertà estrema evidenzia come, a causa della crescita della disparità di reddito in molti paesi del mondo, i benefici della crescita economica non raggiungano grandi fasce di popolazione, ma si fermino a una elite che dispone di più ricchezza di quanta possa materialmente consumarne nell’arco di generazioni.

  19. Nasce così, nel 2013, il sito internet Castelfidardomusica: un negozio virtuale, prima ancora che un portale ecommerce, dove trovare i marchi simbolo quando si parla di fisarmoniche e organetti (e non solo) e, al tempo stesso, una sorta di comunità per appassionati dove approfondire e comprare ogni tipo di strumento musicale, di spartito, di testo, di accessorio. Perché di questo si tratta, non di semplici venditori ma di amanti della musica. A partire da Mazzantini, classe 1954 e una vita intera dedicata alle note prima come pluristrumentista, poi come artigiano (lavorando quindici anni in una fabbrica di fisarmoniche), come creatore (sua l’invenzione di un sistema a doppia ripetizione per piano verticale, il cosiddetto “mazzantino”), infine imprenditore, aprendo l’azienda Il Mazzantino e raccogliendo tutte queste sue esperienze nel progetto Castelfidardo Musica.

  20. Tuttavia, passare dalla coltivazione della canapa sativa a quella indica, con alto livello di Thc e per uso medico, rischia di essere molto pi?complesso del previsto e nonostante le pressioni degli agricoltori la produzione di marijuana a scopo terapeutico potrebbe restare un sogno. Giusto per fare capire quanto ?ingarbugliata la situazione, va detto che al centro di ricerca di Rovigo ?da oltre cinque anni che i ricercatori tentano di attivare una start up per vendere la loro cannabis alle uniche due case farmaceutiche – Salars e Solmag – che realizzano quei medicinali. Ma il progetto non ?mai decollato perch?mancano le autorizzazioni ministeriali. I frutti del centro veneto, infatti, servono solo a scopi di ricerca. Dunque la cannabis coltivata rifornisce il reparto di scienze farmacologiche dell

  21. Sicurezza alimentare “social”. Con un sistema basato anche sulle segnalazioni via Twitter, l’amministrazione è in grado di monitorare emergenze e segnalazioni di intossicazioni, e di intervenire su bar o ristoranti. Alla raccolta delle segnalazioni è collegato un vademecum di primo intervento.

  22. Abusi e dignità. Tra aprile e agosto 2014 l’organizzazione ha intervistato 87 persone con disabilità intellettiva e psicosociali, le loro famiglie, istituzioni e ong. In molti hanno denunciato abusi come segregazione forzata, insulti verbali, mancaza di privacy e limitata libertà di movimento. Jelica, una donna di 58 anni, ha vissuto per 17 anni in un istituto prima di essere trasferita in una comunità d’accoglienza. “Mi è stata ridata la dignità – afferma – adesso mi sento un essere umano. Nell’istituto mi sembrava di essere in prigione, ma adesso mi sento di nuovo una donna perché sono io a decidere della mia vita”.

  23. Gli assessori nel mirino (Boscagli, Zambetti e Scotti) facevano parte delle giunte Formigoni. L’accusa: “Falso e truffa ai danni dello Stato”. Alcuni degli indagati sono già coinvolti nell’inchiesta ‘spese pazze’

  24. E adesso la sua Napoli, amata e odiata, si prepara a celebrare la memoria del più grande drammaturgo italiano del Novecento. Lo fa con un convegno intitolato “Lantropologia di Eduardo”, che si svolge allUniversità Suor Orsola Benincasa il 31 ottobre, trentesimo anniversario della sua scomparsa. Avvenuta a Roma il 31 ottobre del 1984, alletà di ottantaquattro anni. Lappuntamento napoletano, che potrà essere seguito in diretta streaming sul canale , ci rivela un De Filippo inedito, in presa diretta con quelle questioni politiche e sociali di solito nascoste nel backstage della sua poetica, come un suggeritore nella buca. Anche se, a ben vedere, la scena eduardiana politica lo è sempre e comunque. Perché le sue opere rappresentano la trasformazione della società italiana, vista attraverso quel doppio concentrato dItalia che è Napoli. Il sogno, il colloquio con i fantasmi, la presenza dellaldilà in questo mondo, lincontro-scontro tra modernizzazione e tradizione, il tramonto della festa, il culto della famiglia che diventa malattia, la rottura del legame comunitario, lindividualismo consumistico incipiente, la passione per la tavola. Sono altrettanti temi della mutazione antropologica nazionale, colta profeticamente da Eduardo, in commedie come Natale in casa Cupiello e Napoli milionaria con notevole anticipo su Pasolini.

  25. in questi giorni è calato il silenzio. Quella stanza, però, i bene informati dicono che “ha tanto da dire”. C’è custodito un pezzo di storia dei servizi italiani, documenti archiviati dal tre volte ministro, peraltro agli Interni dal giugno 2001 fino alle dimissioni per le dichiarazioni sulla morte di Marco Biagi. Poi le vicende del G8 ed i segreti acquisiti da presidente del Copasir nel 2006. Chi gli è stato vicino afferma che Scajola fotocopia e conserva tutto ciò che gli passa tra le mani.

  26. E?di questi giorni la notizia che, in un contingente di militari della Sierra Leone destinato alla missione di AMISOM in Somalia, un soldato ?risultato positivo al virus e l

  27. 30-10-2014 [ESTERI]ROMA – Matteo Renzi sale al Quirinale, ma non trova l’accordo con Giorgio Napolitano sul futuro ministro degli Esteri. Il capo dello Stato e il presidente del Consiglio . Il premier si è presentato con una rosa tutta al femminile: Lia Quartapelle, Marina Sererni, Elisabetta Belloni e Martà Dassù. Nomi che non hanno convinto il presidente della Repubblica che ha chiesto un’ulteriore riflessione.

  28. A ottobre del 2012 stabilendo che a Reggio non c’era solo il rischio di infiltrazioni mafiose, ma che la mafia era già nelle stanze del comune e che esisteva una “linea di contiguità” con la classe politica. Le inchieste hanno svelato il marcio nascosto dietro la patina del “Modello Reggio”: consiglieri comunali arrestati, politici che parlavano con i boss, due società municipalizzate (la Leonia e la Multiservizi) infiltrate dalle cosche, altre aziende a capitale pubblico sommerse dai debiti come l’Atam (l’azienda di trasporto cittadino) e sull’orlo del fallimento, ma soprattutto i bilanci comunali truccati, falsi almeno quanto gli spot che pubblicizzavano una città che nella realtà non esisteva.

  29. In questi due documentari ritrovati cè in sintesi tutto il suo teatro. Soprattutto quella straordinaria abilità di costruire personaggi e situazioni che ci mostrano la nostra immagine di oggi riflessa in quella di ieri. E questa capacità di guardarsi, tagliente come una lama di rasoio, è la grande eredità lasciata da Eduardo a questo paese. Che arriva sempre in affanno alle prove generali della storia. E per il quale gli esami non finiscono mai.Eduardo è Napoli e Napoli è Eduardo. Ma proprio per questo le sue commedie sono diventate universali. Perché ha trasformato la sua città in un luogo dellanima. In una grande metafora della condizione umana. Lo ha detto apparsa qualche giorno fa sulla Domenica di Repubblica.

  30. Oltre 70.000 voci qui presentate per risolvere dubbi, chiarire concetti, fornire informazioni aggiornate e suggerire idee nei vari rami del sapere, dalla Storia alla Geografia, dall’Arte, nelle sue diverse espressioni (architettura, pittura, scultura, fotografia e arti minori), a tutte le branche delle Scienze (astronomia, botanica e zoologia, chimica, fisica, matematica, scienze biologiche, mediche, dell’informazione e della Terra), dalle Lettere alla Filosofia, dal Diritto all’Economia. Sono inoltre trattate altre materie che fanno parte di una buona formazione culturale di base, come la musica, lo sport e lo spettacolo. Nell’ambito di ogni disciplina, si ? privilegiata una visione del sapere estesa alle nuove scienze e ai fenomeni pi? moderni: il pop e il rock accanto alla musica classica; le aziende accanto ai personaggi politici; i termini dell’informatica, della pubblicit?, di fianco a quelli dell’agricoltura, della zoologia, della psicologia.) e ora affidato al suo ex braccio destro Claudio Descalzi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>